GastroenterologiaNews.net


News

Cancro al retto, approccio watch-and-wait versus resezione chirurgica dopo chemioradioterapia

L’induzione di una risposta clinica completa con la chemioradioterapia seguita da osservazione tramite un approccio watch-and-wait ( osserva e aspetta ) è emersa come una opzione di gestione per i pazienti con carcinoma rettale.

Uno studio ha confrontato i risultati oncologici tra i pazienti gestiti con il metodo watch-and-wait che hanno raggiunto una risposta completa clinica e quelli che hanno subito la resezione chirurgica ( terapia standard ).

Lo studio OnCoRe ( Oncological Outcomes after Clinical Complete Response in Patients with Rectal Cancer ) ha incluso pazienti di tutte le età con diagnosi di adenocarcinoma del retto senza metastasi a distanza che hanno ricevuto chemioradioterapia preoperatoria ( 45 Gy in 25 frazioni giornaliere con concomitante chemioterapia a base di fluoropirimidine ) in un Centro oncologico a Manchester, Regno Unito, nel periodo 2011-2013.

Ai pazienti con una risposta clinica completa è stata offerta la gestione con l'approccio watch-and-wait, e ai pazienti senza una risposta clinica completa è stata offerta la resezione chirurgica, se idonei. Sono stati anche inclusi i pazienti con risposta completa clinica gestiti con watch-and-wait tra il 2005 e il 2015, in tre Centri del Regno Unito.

L'endpoint primario era la sopravvivenza libera da malattia senza ricrescita a partire dalla data di inizio della chemioradioterapia, e gli endpoint secondari erano la sopravvivenza globale e la sopravvivenza libera da colostomia.
È stato usato un valore di P conservativo inferiore a 0.01 per indicare la significatività statistica nelle analisi comparative.

Sono stati inclusi 259 pazienti nella coorte del Centro di Manchester; di questi 228 sono stati sottoposti a resezione chirurgica, mentre 31 che avevano avuto risposta clinica completa, sono stati gestiti mediante l’approccio watch-and-wait.
Ulteriori 98 pazienti sono stati aggiunti al gruppo watch-and-wait.

Dei 129 pazienti gestiti con l’approccio watch-and-wait ( follow-up mediano di 33 mesi ), 44 ( 34% ) hanno presentato ricrescite locali ( tasso attuariale a 3 anni 38% ); 36 ( 88% ) dei 41 pazienti con ricrescite locali non-metastatiche sono stati salvati.

Nelle analisi abbinate ( 109 pazienti in ciascun gruppo di trattamento ), non sono state riscontrate differenze nella sopravvivenza libera da malattia senza ricrescita a 3 anni tra approccio watch-and-wait e resezione chirurgica ( 88% con watch-and-wait vs 78% con resezione chirurgica, P variabile nel tempo=0.043 ).

Allo stesso modo, non è stata osservata alcuna differenza nella sopravvivenza globale a 3 anni ( 96% vs 87%; P variabile nel tempo=0.024 ).

Per contro, i pazienti gestiti con approccio watch-and-wait hanno presentato sopravvivenza libera da colostomia a 3 anni significativamente migliore rispetto a quelli che hanno subito la resezione chirurgica ( 74% vs 47%; hazard ratio, HR=0.445; P minore di 0.0001 ), con differenza assoluta del 26% nei pazienti che hanno evitato la colostomia permanente a 3 anni tra i gruppi di trattamento.

Una parte sostanziale di pazienti con tumore del retto gestiti mediante approccio watch-and-wait ha evitato la chirurgia maggiore e scongiurato la colostomia permanente senza perdita di sicurezza oncologica a 3 anni. ( Xagena News )

Fonte: The Lancet, 2016